I convocati per L´Aquila-Prato e la storia recente del confronto

31-08-2013 14:16 -

PRATO - Prato alla volta de L´Aquila per la prima stagionale. Sono partiti oggi pomeriggio i biancazzurri. Domani il primo incontro del Campionato Nazionale di Lega Pro, Prima Divisione, girone B. Per quanto riguarda l´organico il tecnico Vincenzo Esposito non potrà disporre del difensore Ghinassi e del centrocampista De Pasquale, entrambi fermati dal giudice sportivo. La gara avrà inizio alle ore 20.30 e sarà diretta da Vincenzo Ripa di Nocera Inferiore, coadiuvato da Genny Sbrescia di Castellamare di Stabia ed Alfonso Annunziata di Torre Annunziata.

I diciotto convocati per la gara contro L´Aquila
Portieri: Brunelli, Layeni
Difensori: Bagnai, Banci, De Agostini, Grifoni, Malomo, Saitta,
Centrocampisti: Cavagna, Cela, Corvesi, Román, Serrotti,
Attaccanti: Benedetti, Gambardella, Papini, Silva Reis, Tiboni.

Precedenti recenti - Sono ormai passate due stagioni dalla memorabile finale playoff vinta dal Prato contro L´Aquila in Seconda Divisione. Di seguito i tabellini e la cronaca delle due gare che sono passate nella storia biancazzurra.

Campionato Nazionale - Seconda Divisione Girone B - Semifinale Playoff
Gara D´andata del 22-05-2011


L´Aquila: 3
Prato: 2

L´AQUILA: Testa, Cutrupi, Prete, Ruscitti (28´st Perfetti), Garaffoni, Ruggiero, Stamilla, Carcione, Franciel, Falconieri (30´st Galli), Piccioni (18´st Potenza). A disposizione: Modesti, Di Francia, Pietrella, Iadaresta.
Allenatore: Ianni.
PRATO: Pazzagli, Sacenti, De Agostini, Fogaroli, Lamma, Ferri, Taugourdeau (37´st Varutti), Zagaglioni, Varricchio, Pagliuca (35´pt Gori), Schenetti (9´st Basilico). A disposizione: D´Oria, Malomo, Corvesi, Silva Reis.
Allenatore: Bellini.
RETI: 12´pt Falconieri; 37´pt Carcione; 20´st Lamma; 22´st Basilico; 47´st Franciel.
ARBITRO: Francesco Borriello di Mantova.
ASSISTENTI: Rodolfo di Vuolo di Castellamare di Stabia e Giovanni Pentangelo di Nocera Inferiore.
QUARTO UOMO: Francesco Castrignanò di Roma 2.
NOTE: Condizioni meteorologiche: variabile; temporali a tratti. Condizioni del campo: buone; leggermente rallentato. Ammoniti: Falconieri, Piccioni, Ruscitti e Carcione (L); Taugourdeau (P). Angoli: 10-6. Recupero: 2´pt; 5´st.

L´AQUILA - È il 47 del secondo tempo quando Franciel insacca di testa il gol del 3-2 che consegna la vittoria alla formazione abruzzese. Uno "schiaffo" nel vero senso della parola, al termine di una gara contratta, ma ricca di emozioni per i tanti centri messi a segno. Un risultato arrivato dopo un´autentica rimonta dei biancazzurri sotto di due gol nel primo tempo ed abili nella ripresa a pareggiare momentaneamente i conti con un guizzo del capitano ed un eurogol di un infinito Basilico con una pennellata degna di Caravaggio.
Poi la beffa e la sconfitta che costringe il Prato a dover vincere almeno con un gol di scarto nella gara di ritorno per sperare nella qualificazione. Bellissimo il colpo d´occhio regalato dal Fattori ad inizio partita. Tanti i supporter aquilani; splendidi gli ultras biancazzurri arrivati con tre pullman ad incitare la propria squadra.
È il Prato a scuotere la partita al 4´ con una conclusione di Lamma. Il tiro però è centrale e Testa non ha problemi a bloccare la sfera. Passano appena tre minuti e Pagliuca sfiora l´incrocio su punizione.
Al 9´ L´Aquila si fa pericolosa. Carcione mette in mezzo su calcio d´angolo, Franciel incrocia di testa e sfiora il palo. Al 12´ il gol del vantaggio abruzzese. Sugli sviluppi di un corner, Falconieri fa partire un gran sinistro dal limite, che s´insacca nell´angolino basso, dove Pazzagli non può arrivare. I biancazzurri accusano il colpo psicologicamente e L´Aquila raddoppia al 37´, ancora su palla inattiva. Questa volta è Carcione a siglare il 2-0 su punizione.
Nella ripresa i lanieri, dopo un avvio abbastanza teso, trovano il pareggio al 20´. È il capitano che si getta sulla sfera con il cuore di testa su un corner battuto da Taugourdeau. L´estremo difensore avversario non trattiene e Lamma di sinistro piazza in rete da distanza ravvicinata. Passano appena due minuti e Basilico sigla il pareggio con un eurogol. L´attaccante assente dalla partita con il Poggibonsi, affonda sulla destra palla al piede, entra in area di rigore e deposita in rete di sinistro con una parabola a girare degna del miglior Del Piero.
La gara cambia completamente i connotati. È il Prato dopo il pareggio a fare la partita. Al 33´ i lanieri avrebbero la possibilità di passare in vantaggio, ma Varrichio, favorito da una carambola difensiva, non riesce a superare Testa che neutralizza la conclusione a tu per tu con l´attaccante, grazie ad un grande tuffo. L´Aquila risponde al 42´ con Potenza. Il missile del giocatore abruzzese sfiora la traversa. La partita volge al termine, quando al 47´ arriva la doccia fredda per il Prato. Gli abruzzesi siglano il definitivo 3-2 con Franciel, che stacca di testa su angolo di Potenza.
Domenica prossima la gara di ritorno. Per il Prato l´obbligo di vincere almeno con un gol di scarto.

Lega Pro - Seconda Divisione - Girone B - Semifinale Playoff
Gara di ritorno del 29-05-2011


Prato: 2
L´Aquila: 1

PRATO: Pazzagli, Sacenti, De Agostini, Fogaroli, Lamma, Malomo, Gori, Zagaglioni (27´st Schenetti), Varrucchio, Silva Reis (15´st Vieri), Taugourdeau (1´st Varutti). A disposizione: D´Oria, Ferri, Corvesi, Pagliuca.
Allenatore: Bellini.
L´AQUILA: Testa, Stamilla, Prete, Ruscitti, Garaffoni (1´st Di Francia), Ruggiero, Onesti, Carcione, Franciel (34´st Galli), Potenza (27´st Perfetti), Piccioni. A disposizione: Modesti, Cutrupi, Pietrella, Falconieri.
Allenatore: Ianni.
RETI: 48´st Schenetti (Rig.); 52´st Stamilla; 53´st Varutti.
ARBITRO: Gianluca Aureliano di Bologna.
ASSISTENTI ARBITRALI: Claudio Salvato di Messina e Gaetano Messina di Catania
QUARTO UOMO: Fabio Maresca di Napoli.
NOTE: Condizioni meteorologiche: sereno, temperatura gradevole. Condizioni del campo: ottime. Corner: 4-4. Ammoniti: Varricchio, Fogaroli, Vieri, Schenetti (P); Onesti, Franciel, Ruggiero (L). Espulsi: De Agostini per somma di ammonizione al 38´st, Lamma per proteste al 40´st, Prete al 47´st per fallo su Schenetti e Sacenti al 52´st per proteste. Recupero: 0´pt; 6´st. Spettatori paganti 2078 per un incasso di 26.940 euro.

PRATO - Un finale al cardiopalma, non adatto ai deboli di cuore, destinato a rimanere indelebile nella storia centenaria biancazzurra. Il Prato porta a casa la qualificazione in otto contro dieci, vincendo per 2-1 al Lungobisenzio contro L´Aquila, grazie ad un gran gol di Varutti al 52´.
Grandi, anzi grandissimi i ragazzi di Bellini che ribaltano il risultato d´andata (3-2 in favore degli abruzzesi) e conquistano l´ultimo atto degli spareggi promozione contro la Carrarese.
Una gara contratta, decollata solo nel finale. Primo tempo incolore. Sono gli abruzzesi ad essere più incisivi. I lanieri però non ci stanno ed al 16´ Varricchio, dopo essersi girato in un fazzoletto, conclude di poco fuori dal limite, complice la deviazione di un difensore. L´Aquila è messa bene in campo e si rende pericolosa con un tiro cross dalla corsia laterale di destra al 33´. Pazzagli però è ben appostato e devia in corner.
Il Prato riparte in contropiede e va vicino al vantaggio al 44´. Taugourdeau pesca in area di rigore Varricchio che, stoppa il pallone di petto, prova il diagonale e sfiora il palo.
Nella ripresa, inizialmente, non succede quasi niente. Uniche occasioni degne di nota, una per parte: al 21´, quando De Agostini conclude di testa sull´esterno della rete da buona posizione su cross di Sacenti ed al 26´ con Pazzagli strepitoso su una conclusione da distanza ravvicinata di Prete.
Successivamente un finale degno del migliore regista di Hollywood. Dal 38´ in poi succede l´impensabile: De Agostini viene espulso per somma d´ammonizioni. Prato addirittura in nove per il rosso diretto a Lamma, allontanato dal campo per proteste. La partita continua sul filo del rasoio. Il Prato sembra aver perso la forza per vincere, ma al 47´ il direttore di gara concede il rigore ai biancazzurri per il fallo di Prete su Schenetti, con la conseguente espulsione del difensore. Lo stesso Schenetti s´incarica della battuta dagli undici metri e supera l´estremo difensore avversario con un gran diagonale. L´Aquila non ci sta e trova il pareggio al 52´ con Stamilla di testa. Un minuto dopo, quando i giochi sembravano essere ormai chiusi, la gioia più grande per il popolo biancazzurro. Su un contropiede orchestrato da Vieri sulla sinistra, l´attaccante mette in mezzo, il pallone s´impenna, Varutti s´inserisce da dietro e con un gran sinistro al volo trafigge l´incolpevole Testa, chiudendo il risultato sul definitivo 2-1.
Un successo splendido, dedicato con il cuore a Stefano Turchi, con il più bello dei finali, anche se sofferto, che corona nel migliore dei modi la giornata che ha visto i lanieri, per partecipazione ed affetto, vincere la battaglia più importante, dando un calcio alla Sla.


Fonte: Nicola Picconi